LE MIRE FRANCESI E SPAGNOLE SU TELECOM ITALIA

Il Fatto Quotidiano pubblica oggi un articolo inerente le sorti di Telecom Italia. Secondo il quotidiano diretto da Antonio Padellaro, “dopo vent’anni di errori e orrori telefonici l’Italia rischia di perdere il controllo del suo campione nelle telecomunicazioni”. L’articolo, a firma di Koala, sostiene che sarebbe imminente la resa dei conti in quella che viene definita una “soluzione borbonica” tra un possibile controllo francese, ad opera di Vivendi, o spagnolo, con l’eventuale controllo di Telefonica.

Il pezzo del Fatto stigmatizza in particolar modo il fatto che l’Italia potrebbe essere a breve l’unico Paese europeo, con l’eccezione della Gran Bretagna, ad essere priva di un’azienda telefonica nazionale.

Nell’articolo è ripercorsa brevemente la storia della Telecom italiana, definita un “doppio fallimento, quello di un capitalismo privato italiano senza capitali ma fortemente relazionato e quello della politica della Seconda Repubblica”. Il fallimento maggiore, tuttavia, secondo l’autore del pezzo, sarebbe quello della politica, che in meno di 20 anni ha privato l’Italia “di una delle più grandi aziende di telefonia fissa e mobile del mondo. Per far questo dovettero per prima cosa mandare a casa a metà degli anni Novanta i vertici di quell’epoca, Biagio Agnes, Ernesto Pascale e Vito Gamberale manager di altissima qualità, sostituendoli o con uomini della finanza o con personaggi inadeguati sul piano manageriale e di settore”.

Il testo integrale dell’articolo è disponibile al seguente collegamento:

http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/telecom-media-do-brasil-franza-spagna-basta-che-se-magna-governo-83182.htm

 

SPAIN AND FRANCE TARGET TELECOM ITALIA

Today, the Italian newspaper Il Fatto Quotidiano published an article about the future of Telecom Italia. According to the newspaper, headed by Antonio Padellaro, “after two decades of telephone errors and horrors, Italy is at risk of losing control of its telecommunication champion.

According to the article written by Koala, an imminent showdown is approaching with what has been defined as a “backward solution”: a potential control under the French corporation Vivendi, or the Spanish Telefonica.

The article particularly emphasised that Italy might soon become the only European country – excluding Great Britain – to lack a national telephone company.

The article also summarises the history of Telecom, defined as a “double failure: the failure of Italian private capitalism, strongly interconnected but lacking assets, and the Second Republic’s political failure.

According to the article, however, the biggest failure is of a political nature: in less than two decades Italy was deprived of “one of the biggest fixed and mobile telephone companies in the world. This was achieved in the mid 90s, when the company’s leading high-level managers Biagio Agnes, Ernesto Pascale and Vito Gamberale were replaced with people from the finance sector or others, inadequate for management and with no experience in this sector”.

The full article is available at:

http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/telecom-media-do-brasil-franza-spagna-basta-che-se-magna-governo-83182.htm

Annunci