VITO GAMBERALE (F2i): IN ITALIA ECCESSIVA FRAMMENTAZIONE DEL SETTORE RIFIUTI

Vito Gamberale, Amministratore Delegato di F2i, ha partecipato al Convegno “Una riforma strutturale del sistema di gestione dei rifiuti” organizzato dall’Ator (l’Autorità d’Ambito Torinese per il Governo dei Rifiuti) e svoltosi a Torino lo scorso 4 aprile.

L’intervento di Vito Gamberale si è aperto con una considerazione di massima sul settore, a partire da alcuni dati salienti. L’AD di F2i ha ricordato che in Italia si producono attualmente circa 160 milioni di tonnellate di rifiuti che, se paragonate con gli altri principali Paesi europei, fanno emergere una componente nera di rifiuti industriali che “non viene gestita e che sta inquinando il Paese”. Inoltre, “mentre i rifiuti solidi urbani sono gestiti dalle municipalità, i rifiuti industriali non hanno la stessa gestione”.

Il settore, ha ricordato Gamberale, risente di un’eccessiva frammentazione non soltanto riguardo il numero di operatori, ma anche per quanto riguarda gli impianti di termovalorizzazione che, pur essendo numerosi, hanno capacità limitata. Un altro aspetto

Un filmato dell’intervento dell’Amministratore Delegato di F2i, Vito Gamberale, è disponibile al link:

https://www.youtube.com/watch?v=gvv0zEYdy9U

VITO GAMBERALE (F2i): WASTE MANAGEMENT IN ITALY IS A TOO MUCH FRAGMENTED SECTOR

During the meeting, Vito Gamberale, CEO of F2i, presented “A structural reform for the waste management system”, organised in Turin on April 4th by Ator ─ the Turin association for the management of waste (Autorità d’Ambito Torinese per il Governo dei Rifiuti).

Gamberale opened his speech with an overall consideration of the waste sector based on some interesting data. The F2i CEO recalled that 160 tons of waste are currently produced in Italy with a high rate of industrial waste – in comparison with other major European countries – that “is not taken care of and is therefore polluting Italy.

Moreover, “while urban solid waste is managed by the municipalities, industrial waste is subject to a different management approach.

According to Gamberale, this sector is suffering from an excessive fragmentation both because of the large number of operators and because of many waste-to-energy plants with too limited capacity.

Watch a video of F2i CEO Vito Gamberale’s speech at:

https://www.youtube.com/watch?v=gvv0zEYdy9U

 

Annunci