VITO GAMBERALE INTERVISTATO DAL SOLE 24 ORE

Vito Gamberale, Amministratore Delegato di F2i, ha rilasciato un’intervista al Sole 24 Ore in cui spiega le motivazioni che lo hanno spinto ad accettare la sua candidatura al Consiglio d’Amministrazione di Telecom Italia che si rinnoverà in occasione dell’Assemblea prevista per il prossimo 16 aprile.

L’intervista è anche una riflessione di Gamberale sulla propria carriera, giunta ad oltre 40 anni di attività manageriale ai vertici di importanti società, tra cui un’importante esperienza proprio nel gruppo Telecom dove, negli anni ’90 è stato alla guida di SIP e TIM.

Riguardo il suo attuale incarico di Amministratore delegato di F2i, Vito Gamberale ricorda d’aver messo tutto il suo impegno in un progetto che egli stesso ha contribuito a costituire, sette anni fa, contribuendo all’affermazione di F2i quale benchmark europeo nel settore delle infrastrutture, nonché il più grande fondo al mondo dedicato ad investimenti infrastrutturali su un solo Paese.

Gamberale ha annunciato che F2i lancerà un altro fondo (attualmente il Secondo Fondo F2i sta completando la fase di fund raising, mentre il Primo Fondo F2i ha investito quasi interamente la propria dotazione iniziale di 1.852 milioni di euro). Trattandosi di Fondi destinati ad investimenti di lungo periodo (15 anni), Vito Gamberale sostiene si debba pensare anche ad un progetto di successione in F2i, “come insegna la best practice estera”. Insomma, Gamberale potrebbe lasciare il suo attuale incarico operativo e mettere a disposizione la sua esperienza per un ruolo diverso nel fondo che egli stesso ha contribuito a costituire.

INTERVIEW WITH VITO GAMBERALE ON THE ITALIAN BUSINESS NEWSPAPER IL SOLE 24 ORE

In his interview with Il Sole 24 Ore, the CEO of F2i, Vito Gamberale, explained the reasons that led to his decision to accept his nomination for the Telecom Italia Board of Directors, which will be re-elected during the next board meeting on April 16th.

During the interview, Gamberale also looked back on his professional career of 40 years, serving as a leading manager within major companies, including his remarkable experience with the Telecom Group, where he chaired SIP and TIM in the 90s.

Commenting on his current appointment as CEO of F2i, Vito Gamberale underlined that he was fully committed to this project for which he contributed to launch, seven years ago, establishing F2i as a European benchmark for the infrastructure sector, and as the world largest single-country fund for infrastructure investments.

Gamberale announced that F2i will launch a new fund (the Second F2i Fund is currently completing the fund raising step, while the First F2i Fund has almost entirely exhausted its initial asset of 1,852 million Euro). As these Funds are allocated for long-term investments (15 years), Vito Gamberale believes that a succession plan should be developed for F2i, “as shown by foreign best practices“. In short, Gamberale may soon be leaving his current operational assignment to have his experience contribute to a different role in the very same fund he helped to establish.

The interview with Vito Gamberale is available through the following link:

http://www.ilsole24ore.com/art/english-version/2014-03-26/gamberale-the-telecom-network-will-not-be-touched-and-i-m-leaving-f2i-062049.shtml?uuid=ABTOkk5

Annunci