PIÙ ETICA NEL BUSINESS

In un recente Convegno sulle energie rinnovabili tenutosi a Roma, l’Amministratore Delegato di F2i, Vito Gamberale, sollecitato dal giornalista Enrico Cisnetto, ha elencato quali siano a suo avviso le principali analogie tra la diffusione della telefonia mobile e dell’energia solare da fotovoltaico.

In un passaggio del suo intervento, l’Ingegnere Vito Gamberale, ha voluto sottolineare anche alcune criticità che flagellano il settore e, più in generale il Paese. Per quanto riguarda gli incentivi, Gamberale ha sottolineato la duplice minaccia rappresentata, da un lato, dalla mancanza nel corso degli anni di un quadro di riferimento normativo stabile per gli investitori, dall’altro, dalla presenza di operatori che hanno inquinato il settore con una corsa indiscriminata ad incentivi per impianti che spesso  non hanno mai visto la luce. Una questione di etica, insomma, che ha spinto Vito Gamberale anche ad un accorato appello ai giornalisti italiani affinché inizino a parlare anche di quelle che sono le eccellenze nazionali, evitando di cadere in un autolesionismo che enfatizza soltanto le negatività. A proposito del settore fotovoltaico, Gamberale ha sottolineato in particolare la positività del modello costituito da HFV – Holding Fotovoltaica SpA, partecipata al 49,8% da F2i che, con i suoi circa 100 MW di potenza installata, si colloca tra i principali player indipendenti a livello nazionale.

 

 

MORE ETHICS IN BUSINESS

In a recent convention on renewables held in Rome, F2i’s CEO Vito Gamberale, asked by journalist Enrico Cisnetto, listed what, in his opinion, are the main similarities between the diffusion of mobile telephony and of photovoltaic solar energy.

In a passage of his speech Mr Vito Gamberale wanted to underline also some criticalities affecting the sector and, more in general, the entire Country. As to incentives, Mr Gamberale highlighted the two-fold threat represented, on one side, by the absence of a stable normative framework for investors during the years, and, on the other, by the presence of operators that have polluted the sector through an indiscriminate race for incentives for plants that often have never been realized. A matter of ethics, then, that has driven Mr Vito Gamberale to a concerned appeal to Italian journalists so that they start talking of national excellences, too, avoiding to fall into a self-destruction that emphasizes criticalities only. With regard to the photovoltaic sector, Mr Gamberale highlighted, in particular, the positive example of HFV – Holding Fotovoltaica SpA, owned by F2i for 49,8%, which, with its installed power of about 100 MW, is one of the main independent players at the national level.

Annunci